Snippet di Google: cos'è e come ottimizzarlo per la SEO

Snippet di Google

In questa guida SEO ti spiegherò cos'è uno snippet di Google e come ottimizzarlo per incrementare visibilità e traffico del tuo sito web.

Indice contenuti:

Che cos'è uno snippet di Google

Gli snippet sono quei frammenti di testo, immagini o altri contenuti che compaiono sotto nei risultati di ricerca di Google come anteprime del contenuto della tua pagina web.

Solitamente includono il titolo della pagina, la meta description e l'URL:

cose-uno-snippet-di-Google

Queste anteprime servono agli utenti per decidere se un risultato è rilevante prima di cliccarci sopra.

Perché gli snippet sono importanti per la SEO

Gli snippet rivestono un ruolo chiave nel posizionamento SEO per diverse ragioni.

  • Innanzitutto, sono il biglietto da visita della tua pagina web su Google. L'utente vede prima lo snippet e poi decide se cliccare o meno sul risultato. Uno snippet accattivante e ben ottimizzato può convincere l'utente a visitare la tua pagina piuttosto che quella di un competitor che magari si trova nella stessa posizione.

  • In secondo luogo, titoli, meta description e altri elementi degli snippet aiutano Google a comprendere meglio di cosa tratta effettivamente una pagina web. Fornire al motore di ricerca maggiori informazioni sulla rilevanza e lo scopo di una pagina migliora le possibilità che essa si posizioni bene per le keyword target.

  • Infine, snippet informativi e pertinenti alla ricerca dell'utente sembrano più autorevoli agli occhi di Google. Una pagina con uno snippet di scarsa qualità o poco inerente alla query effettuata potrebbe essere penalizzata nel ranking. Al contrario, chi cura snippet efficaci dimostra di offrire contenuti di valore, aspetto premiante per gli algoritmi di Google.

Le principali tipologie di snippet

Esistono diversi tipi di snippet che possiamo trovare nei risultati di ricerca di Google. Analizziamoli in dettaglio:

  • Snippet di anteprima standard: è la tipologia più elementare, composta da titolo della pagina, meta description e URL. Fornisce le informazioni essenziali.


  • Rich snippet: oltre agli elementi base dello snippet, include dati extra come stelle di valutazione, orari di apertura, immagini, mappe e così via


  • Featured snippet: è il riquadro che compare in cima ai risultati, con lo scopo di rispondere direttamente alla domanda dell'utente. Può contenere testo, elenchi, tabelle, immagini.

Come Google genera gli Snippet SEO

Google crea gli snippet in modo completamente automatico, senza bisogno di intervento umano. È un processo gestito al 100% da algoritmi e software.

Ma da dove attinge le informazioni per comporre queste anteprime di contenuto?

Principalmente da alcune parti fondamentali della tua pagina web:

In base a queste fonti, il motore di ricerca sceglie gli estratti di testo e le immagini che ritiene più utili per l'utente che ha fatto quella specifica ricerca.

Così ogni pagina può avere snippet diversi in base alla query digitata.

Però, i proprietari dei siti hanno a disposizione due metodi principali per suggerire a Google contenuti da utilizzare per generare gli snippet:

- Risultati avanzati: aggiungere dati strutturati per Google aiuta il motori di ricerca a comprendere meglio la pagina, ad esempio se si tratta di una recensione, una ricetta o un evento.

- Tag meta description: Google a volte utilizza il contenuto di questo tag per generare gli snippet, se lo ritiene più accurato del semplice testo della pagina.

In sintesi, Google crea gli snippet in autonomia ma i webmaster possono orientare la scelta dei contenuti tramite markup e meta tag.

Le migliori pratiche per ottimizzare gli snippet di Google

  • Scegli titoli accattivanti che comunichino chiaramente l'argomento della pagina. Il titolo è il primo elemento che l'utente vede, quindi deve attrarre l'attenzione e trasmettere di cosa si parla nella pagina.


  • Usa meta description mirate che riassumano bene il contenuto specifico. La descrizione serve a presentare un'anteprima del contenuto per invogliare l'utente a cliccare. Deve sintetizzare al meglio l'argomento trattato.


  • Usa i dati strutturati per far capire meglio a Google la tipologia di pagina. Ad esempio review, eventi, ricette. Così Google può generare snippet più inerenti.


  • Controlla la lunghezza del titolo (max 55-65 caratteri) e descrizione (max 130-160), per evitare troncamenti su Google che renderebbero gli snippet meno efficaci.


  • Evita testi ripetitivi o stuffing di keyword negli snippet. Risultano poco naturali e possono essere penalizzati da Google.


  • Testa varianti di titoli e descrizioni per incrementare CTR e posizionamento. La sperimentazione ti aiuterà a trovare gli snippet migliori.

Trova gli errori sul tuo sito

prova gratis il Site Audit di Seozen

Cliccando questo tasto, acconsenti alla Privacy Policy di Seozen
Snippet di Google
Elena Pavia Digital Coach

"Amo lavorare con i membri della nostra community per aiutarli a migliorare la visibilità online del proprio sito web con consigli pratici. Ho investito anni ad imparare gli aspetti tecnici dei principali CMS, e a scrivere contenuti web per aiutare i nostri membri a realizzare una campagna di comunicazione di successo!"

Elena Pavia