Cos'è una Pillar Page e come realizzarla

Cos'è una Pillar Page e come realizzarla

Cos'è una pillar page? Ne senti parlare da tempo ma ancora non hai capito in cosa consiste ma soprattutto a cosa serve. In questo articolo ti svelerò tutti i segreti di una “pagina pilastro”, indispensabile per posizionare il tuo sito nella prima pagina dei motori di ricerca.

L’algoritmo di Google si evolve alla velocità della luce: elabora e allinea la sua tecnologia alle ricerche degli utenti di Internet che diventano sempre più esigenti e "scaltri". Se fino a qualche tempo fa la ripetizione della parola chiave e altre tecniche SEO servivano a ottenere un buon posizionamento del tuo sito, oggi le cose sono cambiate.

La nuova tendenza è quella di creare contenuti di valore, originali e così interessanti da catturare l'utente e "costringerlo" a rimanere sulla pagina. Il tuo obiettivo deve essere quello di soddisfare qualsiasi domanda o curiosità del tuo lettore tipo, un traguardo che ripaga in termini di visualizzazioni e ROI.

È una mission impossible? Niente affatto, per portare a casa il risultato devi semplicemente capire cos'è la pillar page e come costruirla senza sbagliare.

Indice:

Pillar page: cos’è e perché è così utile per il tuo sito

La pillar page è un contenuto lungo che copre un determinato tema nella maniera più ampia possibile. Il suo scopo è quello di fornire ai lettori del tuo sito o del tuo blog una comprensione generale del tema principale e degli argomenti più importanti che ruotano intorno a esso.

 

Immagina un albero con tanti rami.

La pillar page è il tronco che regge l’intero cluster tematico SEO, i rami sono i collegamenti ipertestuali ad altri contenuti che serviranno a spiegare argomenti o singole keyword in maniera più approfondita ed esaustiva.

 

Ti faccio un breve esempio.

Ti occupi di abbigliamento sportivo e vuoi parlare delle scarpe da ginnastica. La pillar page dovrà spiegare in generale cosa sono, a cosa servono, i materiali e perché è necessario che siano fatte a regola d’arte. I collegamenti andranno a trattare argomenti più specifici come, ad esempio, le scarpe da running, da palestra o da tennis.

 

La pillar page in buona sostanza è la spina dorsale del tuo sito, un "pilastro" stretto e lungo che dichiara al motore di ricerca che quella pagina è un’autorità vera e propria sull’argomento e che gli utenti sul tuo sito troveranno la risposta a ogni loro domanda.

 

Ok, fin qui tutto bene, ma quali sono i vantaggi concreti di una pillar page? Te lo spiego subito.

Come ti ho anticipato nell'introduzione, fino a qualche tempo fa la classifica SERP di Google si basava soprattutto sulle parole chiave, le famose keywords che in alcuni casi venivano utilizzate anche come tappabuchi di un testo.

 

Oggi le cose non stanno più così perché il motore di ricerca numero uno al mondo attribuisce una maggiore importanza alla semantica e all'esperienza degli utenti. È innegabile quindi che, sotto questo punto di vista, la pillar page è perfetta perché rende la user experience completa, esaustiva e interessante.

 

Questo "pilastro" verrà utilizzato dal tuo pubblico come una guida che semplificherà la navigazione e permetterà di comprendere l’argomento trattato, migliorando anche la fruizione dei collegamenti interni del tuo blog (o sito).

 

L’algoritmo di Google fa il resto del lavoro perché favorisce la pertinenza dei tuoi contenuti e premia le pagine che rispondono in maniera specifica ai bisogni degli internauti.

 

I vantaggi non sono finiti qui perché la pillar page evita che nel tuo sito ci siano le cosiddette pagine zombie ovvero pagine problematiche che rischiano di deludere l’utente (aumentando il tasso di abbandono) oppure parti del sito che non hanno successo perché generano pochissime visite.

Pillar page: perché sono importanti i contenuti lunghi?

Una delle caratteristiche più importanti di una pillar page è la lunghezza che solitamente non è mai inferiore alle 2.000 parole ma che, in alcuni casi, può arrivare addirittura a 5.000.

Ma perché è necessario creare un contenuto così articolato?

 

Un post lungo ha più possibilità di approfondire l'argomento e quindi di essere considerato prezioso e utile dagli utenti. Questa tipologia di contenuto è la soluzione più favorevole per il tuo pubblico che non sarà costretto a cercare frammenti di nozioni da più siti Web ma troverà sulla tua pagina tutto quello che deve (e vuole) sapere su un determinato tema.

 

In questo modo verrai riconosciuto come fonte autorevole e Google ti premierà piazzando il tuo sito in prima pagina!

Quali sono gli elementi più importanti di una pillar page?

La pillar page è composta da tre elementi fondamentali. Vediamoli nel dettaglio:

Argomento principale

 

L’argomento principale della tua pagina pillar sarà proprio quello con il quale vuoi posizionarti su Google. Ma come si fa a scegliere quello giusto? La prima cosa che devi fare, dopo aver individuato il tema, è lavorare sulle keyword generaliste, quelle, per intenderci, che generano un maggior volume di ricerca.

 

Il secondo step è cercare le query di ricerca più frequenti da parte degli utenti ovvero le domande che il tuo pubblico si pone in merito a quel determinato tema. Ultimo passaggio: verifica se i dati raccolti ti permettono di creare una pagina lunga, esaustiva e ricca di collegamenti ipertestuali. Se la risposta è affermativa, hai trovato l’argomento per la tua prima pillar page!

 

Sezioni

 

Il corpo della pillar page deve essere ben articolato e diviso in sezioni che l’utente medio può scorrere facilmente per trovare in modo rapido le risposte che cerca.


Collegamenti

 

I sottotemi o le long tail keyword (parole chiave a coda lunga) saranno collegati da un link alle sezioni interne del tuo blog. Fai attenzione al linking interno: maggiore sarà la sua pertinenza, più possibilità avrai per essere considerato autorevole dai motori di ricerca.

Come creare una pillar page efficace

La pillar page è uno strumento SEO che si regge sul sottile equilibrio tra tecnica e capacità di creare contenuti coinvolgenti. Per renderla ancora più efficace è necessario rispettare alcune regole di base.

 

La prima riguarda il contenuto che deve trattare di tematiche attinenti alla tua attività.

Per distinguerti dalla concorrenza devi offrire contenuti assolutamente originali con informazioni nuove e inedite. Se questo non è possibile, devi trovare il modo di presentare sotto una nuova veste quelle già esistenti. Se ti differenzi dai tuoi competitor, aumentano le possibilità di rafforzare la tua reputazione di esperto del settore.

 

Un passaggio spesso sottovalutato è quello relativo all’intenzione.

La pillar page deve essere rilevante per i visitatori che vuoi convertire in potenziali clienti. Per questo motivo è fondamentale rispettare le intenzioni di ricerca e cercare di rispondere alle loro domande per evitare un downgrade da parte di Google.

 

Elimina sottintesi o giri di parole. La pillar page è diretta, chiara, incisiva e deve stare su un’unica pagina che dovrà essere trovata facilmente sul tuo sito.

 

Non commettere l’errore di pensare alla pillar page come a qualcosa di statico e immutabile perché ha bisogno di essere costantemente aggiornata per rimanere sempre attuale. Infine, individua le tematiche trattate dalla tua azienda e dedica una pillar page a ognuna di esse.

5 consigli pratici per realizzare una pillar page

come scrivere una Pillar Page efficace

• Scegli l’argomento, trovando un equilibrio tra tematiche troppo ampie e argomenti ristretti

 

• Utilizza un tool di Ricerca Parole Chiave per trovare e analizzare le Keywords principali e le correlate ma soprattutto quelle utilizzate dai tuoi competitors per lo stesso argomento.

 

• Fai una ricerca su social, forum e siti web per individuare la tua buyer persona e stabilire qual è il tuo prototipo di cliente, quali sono le sue richieste e le aspettative. Elaborare il ritratto dell'utente tipo ti permette di trovare anche il giusto tone of voice.

 

• Integra a approfondisci la pillar page con video e infografiche.

 

• Collega alla pillar page link interni ed esterni purché rimandino a siti autorevoli: un link esterno importante può aggiungere credibilità ai tuoi contenuti.

Conclusioni

Le Pillar page sono un potente e prezioso strumento sia per migliorare i tuoi contenuti che per la tua strategia SEO. Per trarre il massimo da queste pagine usa i 5 consigli pratici che ti abbiamo mostrato e uno strumento come il Content Discovery di Seozen per creare contenuti che fanno veramente la differenza nella tua nicchia.

Potrebbe interessarti anche:

Analisi Trend di Mercato
Trend di mercato: come capire e sfruttare le tendenze per il tuo business
Tutto su trend di mercato e analisi: tecniche, consigli pratici e strumenti per anticipare il mercato e guidare la tua azienda verso il successo.
Seozen caso studio per Pietre di Trani
Il caso di successo di Pietre di Trani che ha quadruplicato il traffico con Seozen
Scopri come Seozen ha aiutato Pietreditrani a conquistare la prima pagina di Google e quadruplicare il traffico. Una storia di successo da cui trarre ispirazione!
gestire pagine 404 per il tuo eCommerce
Come creare una pagina 404 personalizzata per il tuo eCommerce
Trasforma l'errore 404 in un'opportunità unica per coinvolgere i visitatori. Scopri come personalizzare la pagina 404 e promuovere contenuti speciali.

Elena Pavia Digital Coach

Elena Pavia

Amo lavorare con i membri della nostra community per aiutarli a migliorare la visibilità online del proprio sito web con consigli pratici. Ho investito anni ad imparare gli aspetti tecnici dei principali CMS, e a scrivere contenuti web per aiutare i nostri membri a realizzare una campagna di comunicazione di successo!

Esegui un Audit completo del tuo sito web in pochi minuti



Cliccando questo tasto, acconsenti alla Privacy Policy di Seozen