Come aumentare il tasso di conversione in un eCommerce

Il tuo eCommerce non vende? Potrebbero esserci tantissimi motivi per cui un visitatore decide di lasciare il tuo negozio online senza acquistare. Primo tra tutti la mancanza di pertinenza tra quello che l'utente ricerca su Google e la pagina del tuo ecommerce.

Fondamentalmente si tratta di un concetto molto semplice: chiunque stia cercando qualcosa sul web punta a qualcosa di ben preciso. Un eCommerce che riesce con esattezza a rispondere a questo intento di ricerca può portare quell’utente alla conversione.

Ma andiamo nel dettaglio e cerchiamo di capire come aumentare il tasso di conversione del tuo eCommerce intercettando l’intento di ricerca degli utenti.

Indice:

Mai dimenticarsi dell’intento di ricerca

L’errore più comune che si tende a commettere quando si lavora all’ottimizzazione del proprio eCommerce è quello di puntare subito a parole chiave con tantissime ricerche mensili, senza considerare l’efficacia delle stesse. 


  • Lo scopo di un eCommerce non è quello di avere più visitatori, bensì quello di vendere di più.


Il nostro negozio online potrebbe anche avere tantissime visite mensili ma non vendere nulla (e questo purtroppo è un caso molto frequente).


Se anche tu stai pensando che il problema principale in questi casi sia la landing page o la pagina checkout allora sappi che c’è anche un terzo elemento, troppo spesso ignorato, che influisce immediatamente sul tasso di vendita di un eCommerce: l’intento di ricerca.


Continua a leggere per capire come aumentare il tasso di conversione del tuo eCommerce massimizzando l’intento di ricerca.

Le 3 tipologie di intento di ricerca

Ci sono tre tipologie di intento di ricerca che dovresti conoscere. Ognuna di esse ti dirà esattamente a quale stage del tuo funnel di vendita si trova il tuo prospetto. Guardiamoli insieme.

Intento di ricerca informazionale

Chi naviga in rete usa delle queries informazionali per ricercare delle informazioni sul web. Ad esempio, “come abbinare i mocassini” oppure “come indossare un foulard”.

Intento di ricerca Informazionale

In questo caso l’utente non è interessato ad acquistare prodotti o servizi e digitando questa query si aspetta di atterrare su una pagina capace di rispondere alla sua ricerca.

Capirai da te che, se digitando “come indossare un foulard”, l’utente dovesse arrivare sulla pagina del tuo ecommerce in cui vendi questo tipo di prodotto, il click sulla x sarà quasi immediato.


Il tasso di conversione delle query informazionali è tendenzialmente molto basso.

Intento di ricerca navigazionale

Quando hai sentito parlare di un brand ma non ricordi il suo dominio esatto, digiti su Google il nome del brand per trovare il suo sito web.

Intento di ricerca navigazionale

I risultati che si ottengono da questo tipo di ricerca navigazionale sono tipicamente:


  • il sito web del brand
  • Le varie pagine social del brand come Instagram, Facebook o Tiktok
  • Pagine correlate che fanno riferimento diretto al brand.


Le ricerche navigazionali sono tipicamente utilizzate da coloro che conoscono già un brand. 


Il traffico che proviene da questo tipo di ricerca è un pubblico consapevole e altamente orientato alla conversione.

Intento di ricerca transazionale

Le ricerche transazionali sono quelle che portano maggiori conversioni ad un eCommerce. 


In questo caso l'utente sa esattamente cosa vuole e sta cercando sul web il posto migliore per comprare. Un esempio di ricerca transazionale potrebbe essere “foulard rosa Zara”:

intento di ricerca transazionale

Come trovare le parole chiave con Seozen

Una volta capita la differenza tra i 3 principali intenti di ricerca non ci resta che stilare un elenco di parole chiave “mirate” che portino alla conversione.


Se ad esempio il nostro obiettivo è ottimizzare la categoria di abbigliamento per lo sport e il tempo libero si potrebbe pensare a parole chiave come:


  • abbigliamento sportivo online
  • abbigliamento da palestra
  • capi di abbigliamento per il fitness


Puoi aiutarti con Seozen per cercare ed analizzare le parole chiave migliori per il tuo eCommerce.


  1. Vai su Seozen.net
  2. Se non sei registrato crea un account gratuito in pochi clic.
  3. Vai allo strumento ricerca parole chiave e digita un topic iniziare per trovare nuove idee di keywords
  4. Seozen ti restituirà anche dei suggerimenti di parole chiave correlate
  5. Scegli le parole chiave su cui puntare


  • Ricorda quanto già detto: lo scopo di un eCommerce non è quello di avere più visitatori, bensì quello di vendere di più.

 

Prova sempre a metterti nei panni di chi sta effettuando la ricerca. 

Ad esempio, le parole chiave “maglie” o “scarpe” hanno sicuramente un alto volume di ricerca ma non porterebbero al tuo eCommerce traffico qualificato. 


Al contrario, “vendita maglie donna online” o “vendita scarpe uomo sportive” generano sicuramente meno visite ma porterebbero al tuo eCommerce persone che in quel momento stanno cercando online quei specifici prodotti.

Meglio 50 visite e 5 acquisti piuttosto che 200 visite e 2 acquisti.

Come sfruttare l'intento di ricerca per aumentare le conversioni del tuo eCommerce

Una volta effettuata un’analisi delle parole chiave potenziali per il posizionamento di una pagina, in base al volume di ricerca, l’efficacia, ma soprattutto l’intento di ricerca e creato il contenuto adatto, si potranno andare ad ottimizzare tutti gli elementi che possono essere una leva per il posizionamento: 


  • Intestazioni della pagina (H1,H2,H3)
  • Titolo SEO 
  • Meta Descrizione
  • Body della pagina
  • Immagini.


In ultimo, ma non meno importante (anzi!), non dimenticare di lavorare sui link interni che collegano le pagine del tuo eCommerce.


Una corretta struttura dei link interni non solo ti permetterà di migliorare il posizionamento del tuo eCommerce su Google, ma anche di migliorare l’esperienza dell’utente. 


Leggi il nostro articolo per approfondire come ottimizzare i link interni in ottica SEO.

Conclusioni

Ricapitolando, per migliorare il tasso di conversione del tuo eCommerce è importante che tu distingua i 3 tipi principali di intento di ricerca. Gli utenti online hanno un intento di ricerca informativa quando cercano informazioni, navigazionale quando cercano il sito web di un brand che già conoscono, transazionale quando cercano con l'obiettivo di comprare. 


La chiave è quella di ottimizzare le pagine del tuo eCommerce in modo da rispondere in maniera pertinente all’intento di ricerca degli utenti.


Allora, cosa stai aspettando? Entra in Seozen e prova subito i migliori strumenti di analisi SEO.


Inizia a raccogliere le parole chiave con il giusto intento di ricerca e fai salire le conversioni del tuo eCommerce!

Potrebbe interessarti anche:

SEO e Social Media marketing
SEO e Social Media: L’Alleanza vincente per la tua presenza online
SEO e Social Media: la formula vincente per una presenza online di successo. Scopri le strategie e i vantaggi di una strategia di marketing multicanale.
5 consigli per scrivere evergreen content vincenti
5 consigli per scrivere evergreen content vincenti 
Scopri in questa guida cosa sono i contenuti evergreen, perché sono efficaci per la SEO e 5 consigli pratici su come creare evergreen content di successo.
meta descriprtion
Come creare la meta descrizione perfetta per la tua pagina web
Come scrivere la meta description perfetta: cos'è la meta descrizione e come renderla efficace per conquistare gli utenti a scapito dei tuoi competitors.

Elena Pavia Digital Coach

Elena Pavia

Amo lavorare con i membri della nostra community per aiutarli a migliorare la visibilità online del proprio sito web con consigli pratici. Ho investito anni ad imparare gli aspetti tecnici dei principali CMS, e a scrivere contenuti web per aiutare i nostri membri a realizzare una campagna di comunicazione di successo!